Deprecated: The each() function is deprecated. This message will be suppressed on further calls in /home/customer/www/leonardointernationalinvestigation.com/public_html/administrator/components/com_seoboss/lib/Snoopy.class.php on line 651
Divorzio, sentenza della Cassazione rivoluziona gli assegni di mantenimento

NOTIZIE UTILI

Di seguito alcune notizie utili al pubblico

INVESTIGATORE PRIVATO: Assegno di mantenimento

 

 assegnomantenimentodivorzio

 

Con la sentenza 11504/17 pubblicata lo scorso 10 maggio la   Cassazione   stabilisce i nuovi criteri in materia di divorzio per il contributo in favore dell'ex coniuge economicamente più svantaggiato. Nello specifico, non sarà più il tenore di vita matrimoniale il parametro di riferimento per la quantificazione dell' assegno di mantenimento, al suo posto la Corte introduce il parametro di spettanza, basato sulla valutazione dell'indipendenza o dell' autosufficienza economica. 


Via dunque il collegamento tra l'entità dell'assegno e il tenore di vita matrimoniale, come disciplinato dalla legge 898 nel 1970. Sposarsi non è più sistemazione definitiva, il matrimonio viene ora considerato atto di libertà e autoresponsabilità nonché come luogo degli affetti e di effettiva comunione di vita, in quanto tale dissolubile e all'assegno viene attribuito un carattere assistenziale.

 

Le condizioni di legge indicate dalla Cassazione devono essere dedotti da "principali indici"  il possesso di redditi di qualsiasi specie ma anche "le capacità e possibilità effettive di lavoro personale" e la "stabile disponibilità di una casa di abitazione".

 

L'assegno di divorzio può essere riconosciuto soltanto se chi lo richiede dimostri di non poter procurarsi i mezzi economici sufficiential proprio mantenimento. Sempre sul documento della Corte si legge che "Si deve quindi ritenere che non sia configurabile un interesse giuridicamente rilevante o protetto dell'ex coniuge a conservare il tenore di vita matrimoniale".

 

 

Al seguente link si può visualizzare il documento della Sentenza 11504/17.

 

In funzione di questa sentenza potranno rivolgersi alla nostra Agenzia investigativa tutti coloro che versano un assegno di mantenimento in funzione del tenore di vita avuto durante il matrimonio per poterne chiedere la revisione.

 

 

I casi per i quali si può chiedere la revisione dell’assegno di mantenimento sono diversi ma i più comuni sono i seguenti:

  1. L’ex coniuge che deve pagare l’assegno di mantenimento sospetta che l’ex partner lavori “in nero” e per questo non ha più diritto all’intera somma versata.
  2. Il titolare dell’assegno di mantenimento sospetta che l’ex coniuge abbia entrate non dichiarate e per questo chiede l’aumento della somma versata.

Se anche tu hai sospetti che il tuo ex partner manifesti comportamenti patrimoniali poco chiari, non restare nel dubbio, rivolgiti alla nostra Agenzia Investigativa, le prove che cerchi le troviamo noi!

La nostra squadra è formata da personale altamente qualificato in campo investigativo ed utilizza tutte le attrezzature più all’avanguardia per darti il miglior servizio investigativo sul mercato.

I tuoi dati godranno della massima riservatezza e saranno trattati solo ed esclusivamente dal personale che si occupa della tua indagine.

Leonardo International Investigation ti offre consulenza gratuita e senza impegno per trovare insieme la soluzione più adatta alle tue esigenze. Operiamo sia sul territorio nazionale che in ambito internazionale ed è autorizzata da Licenza Prefettizia n° Prot. nr. 44755/Area I TER O.S.P.